ParioliToday

Piazza Mancini, ubriachi prendono a calci l’auto di servizio della Polizia

Delle tre persone coinvolte una è riuscita a scappare mentre gli altri due sono risultati in stato di alterazione alcolica: arrestati per rissa aggravata

Una rissa scoppiata ieri, all’ora di pranzo, in piazza Mancini ha subito allertato i presenti che, in maniera tempestiva, hanno richiesto l’intervento delle autorità, telefonando al 113. Appena giunti a piazza Mancini, nei pressi del capolinea degli autobus, gli agenti del Commissariato Villa Glori e delle Volanti hanno infatti notato tre extracomunitari che si stavano picchiando violentemente con calci e pugni. Uno di loro, per colpire i suoi ‘avversari’, stava anche brandendo la cinghia dei pantaloni.

Alla vista della Polizia un uomo è riuscito a scappare, mentre gli altri due sono stati bloccati. Il primo, un 32enne filippino in stato di alterazione alcolica, ha riportato evidenti escoriazioni e contusioni ed è stato immediatamente disarmato della cintura che stava brandendo in direzione degli agenti. Anche suo fratello, un 20enne anch’esso ubriaco, presentava evidenti escoriazioni e contusioni.

Nonostante l’intervento della Polizia entrambi hanno continuato a dimenarsi, cominciando anche ad aggredire il personale intervenuto. Scatenati, i due, hanno anche danneggiato l’auto di servizio dei poliziotti con dei calci. Accompagnati in Commissariato sono quindi stati arrestati per rissa aggravata, danneggiamento aggravato e lesioni e resistenza a pubblico ufficiale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciopero a Roma: oggi a rischio tram, metro e bus. Gli orari

  • Scuole chiuse a Roma per maltempo: la decisione del Campidoglio

  • Non rientra a casa e i genitori denunciano la sua scomparsa: trovato morto dopo incidente stradale

  • Five Guys, il colosso americano di burger and fries inaugura a Roma

  • Incidente sul Raccordo Anulare: scontro auto-moto, morto centauro

  • Sciopero a Roma: domani a rischio tram, metro e bus. Gli orari

Torna su
RomaToday è in caricamento