ParioliToday

Brucia discarica lungo l'Aniene, nube acre sul Trieste Salario: notte insonne per i residenti

Alta, densa e nera la colonna di fumo che per ore ha investito il quadrante della Salaria. Municipio II: "Situazione di degrado gravissima su cui non si è mai intervenuti"

foto Facebook: Emanuele T. - Sei del Nuovo Salario Se..

Dal Nuovo Salario a Corso Trieste, da piazza Vescovio a Vimercati: notte infernale per i residenti del quadrante investito dalla nube "tossica" e acre che si è sprigionata in seguito al maxi incendio sulle sponde dell'Aniene

Maxi incendio Salaria: a fuoco discarica abusiva

Un rogo scoppiato poco prima delle 20 in un'area alle spalle della concessionaria di automobili "Rosati", sulla via Salaria: tra Villa Ada e Prati Fiscali, a poca distanza dalla Tangenziale Est. 

In fiamme una delle numerose discariche abusive che sorgono lungo il fiume con rifiuti e residui di plastica ad emettere esalazioni acri e nauseabonde e le bombole del gas presenti a rallentare le operazioni dei Vigili del Fuoco tempestivamente intervenuti per domare l'incendio. 

Incendio sulla Salaria: nube "tossica" su Roma Nord

Alta, densa e nera la colonna di fumo che per ore si è innalzata in quello spicchio di cielo su Roma. Per gli abitanti di quel quadrante una notte insonne tra esalazioni insopportabili, tanto forti da far bruciare occhi e gola con qualcuno a lamentare anche nausea ed emicrania. 

E' stato così da Conca d'Oro a Nomentana, da piazza Crati e Nemorense fino a viale della Moschea e Parioli. Unica soluzione per tutti, nonostante l'afa: finestre serrate. "Qui non si respira" - scrive Daniela da via Suvereto al Nuovo Salario. "Odore di gomma bruciata" - rilancia Stefano da Monte Cervialto. "Diossina a go go" - denuncia Roberta. 

Maxi incendio sulla Salaria: "No esposizione a fumi"

"Anche se non ci sono segnalazioni da parte della ASL e della protezione civile, per chi abita a ridosso dell'area è comunque consigliabile evitare esposizioni continuate ai fumi e ai cattivi odori" - ha raccomandato il presidente del Municipio III, Giovanni Caudo, intorno alla mezzanotte e mezza. 

Una situazione tornata pressochè alla normalità verso le 3. Questa mattina l'odore acre si avvertiva ancora nei dintorni dell'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato. Nessun allarme

Restano però una notte passata tra nasi turati, finestre serrate e timori per quelle emissioni insalubri. Tante anche le recriminazioni per le numerose e note situazioni di degrado e pericolosità lungo gli argini dell'Aniene costellati di insediamenti abusivi e pericolose discariche. 

Maxi incendio a Roma nord: brucia discarica di rifiuti. "Attenzione a fumi e cattivi odori"

Il Municipio II: "Su discariche abusive nessun intervento"

"Nonostante le continue denunce sulla gravissima situazione delle discariche lungo il fiume Aniene da parte del NAE e del Municipio non si è mai intervenuti" - ha tuonato nel cuore della notte l'assessore all'ambiente del Secondo, Rino Fabiano. 

"Gli unici interventi li ha cominciati il Dipartimento SIMU sotto nostra indicazione sulle alberature e alle siepi pericolose lungo la Tangenziale. La sicurezza - ha detto l'assessore attestando la solidarietà agli abitanti sottoposti alle esalazioni - è un tema serio, l' ambiente è  un tema serio sui quali non servono chiacchiere ma azioni". 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in via Cassia, auto contro un pilone: due morti

  • In bilico sul balcone si lascia cadere nel vuoto, salvata dalla polizia fra gli applausi dei residenti

  • Sciopero, oggi a rischio bus Cotral e Roma Tpl: gli orari e le linee interessate

  • Meteo Roma, peggiorano le previsioni: l'allerta diventa "codice arancione"

  • Incidente a Colli Albani, autocarro investe e uccide 42enne in via Menghini

  • Mercatini di Natale a Roma: tutti quelli da non perdere

Torna su
RomaToday è in caricamento