ParioliToday

Cartelloni abusivi: Legambiente oscura maxi manifesto in Piazza Volsinio

Per protestare contro il manifesto selvaggio, l'associazione ambientalista ha oggi imbustato una serie di cartelloni nel II municipio che da tempo attendono la demolizione

"Adesso basta!" Legambiente ha deciso di prendere di petto il problema del proliferare dei manifesti abusivi ed oggi è passata all'azione, oscurando uno dei manifesti più discussi. Un'azione che Legambiente denuncia un diffuso degrado della città e numerose violazioni susseguenti all'amanazione della delibera.

"Nei primi quattro mesi del 2010, secondo i dati del Campidoglio, sono stati elevati 1.153 verbali ed effettuate 600 rimozioni. Si tratta purtroppo di una goccia nel mare, visto che sarebbero decine di migliaia quelli abusivi " ha detto Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio.

Oggi il movimento per i diritti dell'ambiente è passato all'azione, con l'imbustamento di alcuni impianti abusivi in attesa di demolizione, soluzione già sperimentata con successo nel viterbese. Si è cominciato con la copertura di un cartellone in piazza Volsinio che da mesi doveva essere rimosso, che ha "fruttato oltre 15mila Euro alla ditta di affissione" secondo le stime di Legambiente.

Legambiente ha incolpato anche i commitenti inserzionisti, che secondo l'articolo 31 del regolamento comunale sarebbero, oltre che speculatori, corresponsabili degli abusi. Ed ha continuato promettendo azioni concrete" per ogni cartello verbalizzato dai vigili urbani ai sensi del Codice della Strada, infatti, presenteremo un esposto alla Procura chiedendo di verificare se i fatti elencati e per i quali è stata elevata sanzione amministrativa non integrino una fattispecie penalmente rilevante ai sensi degli articoli 663 e 635 che puniscono i reati di affissione abusiva e danneggiamento"

Le ultime denunce riguardano il comparto affissioni nella Capitale. Come in viale delle Milizie dove fino a qualche giorno fa c'era un cartello in mezzo alla pista ciclabile. Un altro caso in via di Tor di Quinto,dove un cartellone tridimensionale, ha fatto sorgere il dubbio se la "concessione venga pagata sulla superficie o sul volume?"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio al Nuovo Salario: 43enne ucciso in strada a colpi di pistola

  • Thomas Adami e Matteo Calabria, i due giovani calciatori morti su via Tiburtina: Tivoli e Guidonia sotto shock

  • Smog: blocco del traffico a Roma, stop tre giorni ai veicoli più inquinanti nella Fascia Verde

  • Tragedia sfiorata sul raccordo: ubriaco contromano provoca incidente, 5 feriti

  • Incidente sul Raccordo Anulare: si scontrano moto e camion, morto 64enne

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 25 e domenica 26 gennaio

Torna su
RomaToday è in caricamento