ParioliToday

Bar Euclide, il gestore sfrattato per morosità

Chiuso per morosità il famoso bar Euclide sito nell'omonima piazza. Un milione di euro di debiti per non aver mai pagato il canone di locazione previsto dal contratti. Il II municipio ha presentato una delibera per favorire la ricerca di un nuovo impiego per i 40 dipendenti ora senza lavoro

Non pagava la locazione da più di due anni su un contratto di durata quinquennale, e per questo motivo è scattata la procedura di sfratto esecutivo. E’ finita in questo modo per il gestore del Bar Euclide della omonima piazza, i Parioli. 

Una morosità che, tuttora, ammonta a circa un milione di euro, una cifra che è stata accumulata dalla società Moby srl,  la quale gestisce,  dal punto di vista amministrativo, il locale. 

Lo sfratto è avvenuto nella giornata di mercoledì 21 gennaio scorso, alla presenza dell’ufficiale giudiziario, il quale ha dato seguito ad una sentenza emessa a maggio dello scorso anno e non ancora eseguita. Sulla questione è intervenuto anche il Consiglio del II Municipio di Roma, il quale, attraverso una delibera presentata e votata nella seduta di lunedi 26 gennaio scorso, ha chiesto al Comune di Roma di attivarsi immediatamente presso gli Assessorati e i Dipartimenti competenti, affinchè vengano poste in essere tutte le condizioni volte a favorire un nuovo impiego professionale per quei 40 dipendenti del locale che,   causa di questa vicenda,  sono stati licenziati in tronco e che, al momento, sono a casa senza lavoro, con delle serie ripercussioni di carattere economico a danno delle loro famiglie.

Gli stessi dipendenti si sono detti “increduli” di quanto erano venuti a conoscenza, in quanto “non è possibile che in un locale sempre affollatissimo, che godeva di una posizione commerciale prospera,  si sia dovuti arrivare allo sfratto a causa di una inadempienza contrattuale”, spiegano ancora, attoniti, i dipendenti del bar. 

Molti, adesso, si pongono degli interessanti e curiosi interrogativi: che fine hanno fatto i soldi incassati dal locale in tutti questi anni, in tasca a chi sono finiti, e soprattutto, per quale motivo, negli ultimi anni, gli amministratori della Moby srl non hanno mai pagato il canone di locazione previsto dal contratto? L’unica cosa certa che sappiamo  è che esiste un’istanza di fallimento che impone un’istruttoria giudiziaria sui conti e sui bilanci della società che gestiva il bar Euclide.  L’ultima parola  spetta, adesso, alla magistratura.   

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • Lavori al Colosseo: sabato 21 e domenica 22 settembre chiuse 13 stazioni della metro B

  • Incidente via Colombo: auto in un fosso, trovata morta ragazza di 28 anni

  • Tragico epilogo a Ponte di Nona: trovato il cadavere di Amina De Amicis, l'89enne scomparsa 6 giorni fa

  • In ritardo di due ore al primo giorno di scuola, le lacrime dei bambini sgomberati da Cardinal Capranica

Torna su
RomaToday è in caricamento