ParioliToday

Il Piper e gli abitanti esasperati: l'altra faccia della movida dei Parioli

Di giorno quartiere cartolina della città. Di notte uno dei punti di riferimento della movida. Il risultato? Parcheggio selvaggio e bagordi dalle 23 all'alba. I residenti, esasperati, chiedono interventi

"Spesso le strade adiacenti alla discoteca, facenti parte del famoso Quartiere Coppede’ sono utilizzate come parcheggi: le auto vengono parcheggiate proprio al centro degli incroci o addirittura della carreggiata, non consentendo ai residenti di utilizzare tali strade; ogni serata del Piper comporta l’impossibilità per noi tutti di non poter rientrare nel proprio box auto (perchè le auto vengono parcheggiate anche sui passi carrabili) oppure deve cercare per ore il parcheggio, dato che neanche sulle strisce pedonali è possibile trovare un posto; siamo costretti a cercare di dormire utilizzando tappi di cera per le orecchie, dato che all’ora di apertura (23.30/0.00)  sembra mezzogiorno e all’ora di chiusura (5.00/6.00) i frequentatori della discoteca escono ubriachi e provocano schiamazzi, urla, lancio di bottiglie; i portieri dei palazzi la mattina successiva alle serate sono costretti a rimuovere vomito, pipì, escrementi, bottiglie rotte e altri rifiuti dalle scale e dai marciapiedi dei palazzi".

LA  LETTERA Quanto riportato  è solo un piccolo stralcio di una lunga  lettera che ci è pervenuta in redazione. A scriverla, un giovane residente nei pressi del Piper, la storica discoteca romana, sita in via del tagliamento,  che ha prestato i camerini a tantissime celebrità.  Non è una voce sola. Il malessere e il disagio sono diffusi tra tutti i residenti della zona Trieste tanto da firmare nel 2009 una petizione con 400 firme per chiedere "aiuto" alle autorità. "Molto spesso frequentatori della discoteca si danno a stupefacenti bagordi,  tranquillamente sotto le finestre o sulle scale dei portoni, senza che nessuno controlli; quasi ogni serata comporta l’arrivo di una volante dei Carabinieri o della Polizia a tarda notte, chiamata per sedare risse o scontri fra ragazzi sfociati anche in fatti gravi come l’accoltellamento dell’anno scorso."

IL PROBLEMA è che i cittadini si sentono soli difronte a questo problema. Nel 2009 fu depositata una petizione in municipio a cui non seguì una risposta concreta; sono state numerose le richieste alle autorità competenti per concordare delle soluzioni  ma senza successo; hanno avuto difficoltà anche a richiedere interventi in circostanze strettamente necessarie perchè si sono sentiti rispondere  "mancanza di uomini e/o mezzi". Dopo un articolo uscito ad ottobre scorso su alcuni quotidiani romani,  l' ex assessore Maria Spena (non è lo più da una settimana) e il comandante dei vigili urbani Carlo Buttarelli avevano promesso una pattuglia almeno nelle serate dove si prevedeva più afflusso di gente. "Ma sono venuti una sola volta e non si sono mai più visti". Non dobbiamo nemmeno dimenticare le severe disposizioni a riguardo nel TULPS che prevede anche la chiusura per oltre trenta giorni di  un esercizio  che costituisce un pericolo per l'ordine pubblico, per la moralità pubblica, per il buon costume e la sicurezza dei cittadini; e le norme a tutela dell' inquinamento acustico che prevede come fine delle emisioni sonore in tutti i locali siti in centri abitati, le ore 00.00.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • Avatar anonimo di Salvanti
    Salvanti

    Non mi pare che la situazione sia migliorata, caro Consigliere Scuro... qua è mercoledì sera e c'è un casino come se fosse capodanno! Bah!

  • Avatar anonimo di All1
    All1

    Oltre a tutto quello già scritto nell'articolo, una cosa che mi è venuta in mente sono i danni alle automobili dei residenti parcheggiate nella zona: non solo bozzi, graffi di chiavi e piccole ammaccature come si potrebbe immaginar, ma più volte è capitato che rompessero i finestrini delle auto (alla mia vecchia Y10 furono rotti i parabrezza sia davanti che dietro). Un'altra volta il vomito di una persona uscita dalla discoteca ha corroso la vernice della fiancata dell'auto di famiglia (una lancia K) sulla parte dove la persona ubriaca si era appoggiata! Sommando tutti i danni subiti negli anni si superano ampiamente le migliaia di euro... i danni li dovrei chiedere al Piper? Forse li avrei potuti chiedere ai diretti interessati, ma non ci sono mai controlli durante queste serate e non si può denunciare nessuno! Speriamo si muovano e facciano qualcosa!

  • Avatar anonimo di Anna
    Anna

    Io abito lì vicino e posso confermare tutto ciò... delle volte ho avuto PAURA a rientrare a casa per gli ubriachi/drogati sdraiati davanti al mio portone! Un'altra volta dopo aver fatto presente che un'auto procedeva in senso vietato mi hanno insultata e mi hanno sputato contro il finestrino... perchè nessuno fa nulla? Come al solito a pagare sono i cittadini onesti

Notizie di oggi

  • Politica

    Pugno duro di Raggi sui demolitori, la nota al Governo: "Norma regionale è incostituzionale"

  • Politica

    Regolamento per il verde, arriva il sì della Giunta. Raggi: "Risultato storico"

  • Cronaca

    Clochard ucciso a corso Italia, investitrice a piede libero. Il giallo del parabrezza sostituito

  • Politica

    Stipendio d'oro (e doppio) per il Capo di Gabinetto: Castiglione guadagnerà 218mila euro l'anno 

I più letti della settimana

  • Sciopero: domani a Roma metro e bus a rischio. Gli orari e le fasce di garanzia

  • Centocelle, quartiere sotto shock: 16enne muore in piazza dopo aver bevuto un drink

  • Scontro Raggi Salvini sulla sicurezza, l'ira di Di Maio contro la sindaca: "Per Roma stiamo facendo l'impossibile"

  • Blocco traffico: a Roma oggi niente auto nella fascia verde, tutte le informazioni

  • Blocco auto: chi può circolare a Roma domani 13 gennaio

  • A Roma giovedì 17 gennaio 2019 doppio sciopero: le motivazioni dei sindacati

Torna su
RomaToday è in caricamento