ParioliToday

Via Sebastiano: polemica tra residenti sulla strada chiusa

Via Savastano,  il Campidoglio e il II Municipio chiudono la strada al traffico su richiesta dei residenti per motivi di sicurezza,  ma alcuni non ci stanno,  e i giudici amministrativi ordinano la riapertura

Via Francesco Eulalio Savastano,  strada che si trova ai Parioli,  rischia di finire al centro di una contesa tra Campidoglio e giustizia amministrativa (Tar e Consiglio di Stato).  Alla radice di questa storia sta il fatto che, molti residenti della zona, si sono lamentati con il II  Municipio del fatto che, “questa è una strada stretta,  senza marciapiedi,  non dotata di un impianto a norma di illuminazione pubblica comunale,  ma,  soprattutto,  è una strada che,  ogni giorno,  è presa letteralmente d’assalto da coloro che devono accompagnare i propri figli negli istituti scolastici limitrofi”.

I residenti stessi lamentano,  inoltre,  “reali problemi di insicurezza,  i quali sono riscontrabili dal fatto che,  in questa via,  sfrecciano ad una velocità elevata  macchinoni e minicar,  arrecando seri disagi e rischi a coloro che transitano a piedi,  specialmente a signore e signori anziani in difficoltà,  così come si sono verificati altri casi in cui ambulanze sono rimaste bloccate a causa della sosta selvaggia di auto presenti nella via ”.

E’ per questo che,  su istanza dei cittadini abitanti della zona,  il II Municipio ha deciso di chiudere la strada al traffico veicolare privato con barriere a spese dei residenti stessi,  “al fine di garantire una maggiore sicurezza del transito pedonale e veicolare,  e l’incolumità degli utenti dell’area stradale in oggetto”,  anche perchè,  come spiegano gli stessi tecnici municipali,  “in Via Savastano non vi è alcuna disciplina di parcheggio,  in quanto la strada è privata,  e non è acquisita al patrimonio del Comune di Roma”.  E’ proprio la mancanza di proprietà comunale della strada che turba i cittadini, i quali lamentano anche “ la penuria di marciapiedi e la sconnessione del manto stradale, il quale è profondamente dissestato”.

Insomma,  secondo i residenti e il Municipio,  “Via Savastano costituisce grave pericolo per la sicurezza pedonale e veicolare”.  Ma c’è anche chi non vede di buon occhio questa decisione,  in quanto la chiusura al traffico di Via Savastano impedisce “in via definitiva l’esercizio del diritto di uso pubblico quotidianamente goduto”.  In sostanza,  per altri cittadini residenti,  la decisione dell’amministrazione comunale e municipale  comporta “aumenti di percorrenze per raggiungere le proprie abitazioni civili e gli istituti scolastici limitrofi da parte dei frequentanti,  nonche’ una violazione all’interesse pubblico del traffico locale”. 

Ed è per quest’ultimo motivo che sulla questione è intervenuto prima il Tar,  come organo di primo grado della giustizia amministrativa,   chiedendo la sospensione della parte del dispositivo che riguarda il transito pedonale,  ma non quella concernente la circolazione delle auto lungo la strada,  la quale resta interdetta,  e poi,  successivamente,  il Consiglio di Stato,  secondo grado della giustizia amministrativa,  che ha,  invece, accolto interamente il ricorso dei cittadini “anti – chiusura” di Via Savastano. 

Secondo la quinta sezione el Consiglio di Stato,  la decisione del Campidoglio e del II Municipio,  “è sostanzialmente lesiva e fortemente limitativa per l’esercizio del diritto di uso pubblico “uti cives” della strada medesima,  in modo da consentire un piu’ facile raggiungimento dei plessi scolastici adiacenti” .  Ma la decisione del Consiglio di Stato di riaprire immediatamente Via Savastano al traffico veicolare e pedonale,  non attanaglia minimamente chi è pro – chiusura,  e i residenti,  attraverso il Presidente del comitato di Via Savastano,  Giunio Zeppa,  il quale ha,  finora,  raccolto 65 firme in favore della chiusura della via,  annunciano “battaglia legale in tribunale”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma, Vincenzo Sigigliano preso dopo 6 giorni di latitanza: era da una parente

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Alessio Terlizzi morto in un incidente a Castel Fusano, al vaglio la dinamica del sinistro

  • Ponte Mammolo, cadavere vicino i cassonetti: trovate macchie di sangue sui pantaloni

  • Disperso nel lago di Castel Gandolfo: ritrovato dopo 16 giorni il corpo di Carlo Bracco

  • Incidente su via di Castel Fusano: scontro auto moto, morto un 40enne

Torna su
RomaToday è in caricamento