ParioliToday

Bivacchi, buio e sottopassi inutilizzabili: le Mura Aureliane "terra di nessuno"

Ad un anno dalle segnalazioni nulla si è mosso, Caracciolo (Pd): "Nel sottovia Guidi uscite di sicurezza bloccate, c'è anche problema di decoro e salute pubblica"

Decine di bottiglie abbandonate su scale e muretti, cartoni utilizzati come giacigli sulle aiuole esterne, intorno cartacce e rifiuti. Degrado lampante intorno alle Mura Aureliane in zona Corso Italia la cui riqualificazione, dopo oltre dieci anni, non basta a sottrarle da sporcizia e accampamenti. 

Il degrado delle Mura Aureliane

Sopra, alla luce del sole, poco meglio di sotto dove lo scenario si presenta ancor più complesso. Pessimo lo stato del sottovia Ignazio Guidi, il tunnel progettato per le Olimpiadi del 1960 per snellire il traffico lungo le Mura Aureliane e divenuto una sorta di dormitorio sotterraneo. Latrina e discarica. 

Sottovia Ignazio Guidi è un dormitorio: "Uscite di sicurezza inutilizzabili"

"Le condizioni del sottovia rappresentano un rischio per gli automobilisti che usano il sottovia Ignazio Guidi, perché quelle sono uscite di sicurezza inutilizzabili in caso di incidente o incendio" - denuncia la consigliera del Pd, Valentina Caracciolo, che già l'anno scorso presentò una denuncia in merito a Sovrintendenza, Prefetto, Polizia locale e Asl.

A distanza di mesi nulla però è cambiato. "Le autorità preposte non hanno ritenuto non dico di rispondere a me, ma di prendere un qualunque provvedimento in merito. Eppure credo che la situazione lo meriterebbe, dal punto di vista della sicurezza, della salute pubblica, del decoro. Le Mura Aureliane - scrive Caracciolo - sono un patrimonio di valore inestimabile. Non arrivo a capire come sia possibile lasciarle in questo stato". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Accampamenti sotto via Veneto

Nei giorni scorsi anche la denuncia di Fratelli d'Italia sulle condizioni disumane in cui vivono decine di persone accampate sotto le mura con la richiesta di "tombamento o, quantomeno, l’interdizione" al sottopasso nei pressi di via Veneto "per evitare il ripetersi di queste situazioni". 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, morto a Roma 33enne: è la vittima più giovane nel Lazio

  • Coronavirus, nel Lazio 1728 casi: 17 decessi nelle ultime 24 ore. Tre cluster preoccupano la Regione

  • Coronavirus Roma: scuole, eventi, orari di bar e ristoranti. Tutto quello che c'è da sapere

  • Coronavirus, 2096 casi nel Lazio: 46 nuovi positivi a Roma. Tre cluster fanno impennare il numero dei contagiati

  • Morto a 35 anni di Coronavirus, paura tra i colleghi di Emanuele: il call center chiude, la Regione spiega

  • Coronavirus, a Roma 38 nuovi casi. Nel Lazio 2505 i contagiati totali, oggi la metà dei morti rispetto a ieri

Torna su
RomaToday è in caricamento