ParioliToday

Missione Apollo 11, uno degli astronauti è nato a Roma: in via Tevere c'è una targa che lo ricorda

Micheal Collins è stato uno dei protagonisti dell'allunaggio di cui il 21 luglio si celebra il cinquantenario. Ha guidato il modulo di comando mentre Armstrong e Aldrin mettevano piede sul satellite

"Un piccolo passo per un uomo ma un grande balzo per l'umanità". La frase, pronunciata il 21 luglio del 1969 è entrata nella leggenda. Mentre Neil Armstrong la pronunciava, c'era un astronauta che guidava il modulo di comando rimasto in orbita attorno alla luna: si trattava di Micheal Collins. Un uomo che, i primi passi, li aveva mossi nel quartiere Pinciano.

La targa dedicata a Collins

C'è un targa, al civico 16 di via Tevere, che ricorda i natali dell'astronauta americano, oggi 89enne. "In questa casasa  - vi si legge - nacque il 31 ottobre 1930 Micheal Collins, intrepido astronauta della missione Apollo 11 primo uomo sulla luna". Roma fiero di questo suo figlio pose a ricordo perenne". La targa venne posizionata il 26 ottobre del 1969, ovvero circa tre mesi dopo lo storico allunaggio.

Una carriera stellare

Collins, figlio di un militare che lavorava nell'ambasciata americana, ha seguito la famiglia in giro per il mondo. Si è poi laureato alla  United States Military Academy, per poi arruolarsi nell'Aeronautica degli degli Stati Uniti. Il volo del '69, per l'astronauta nato nella Capitale, è stato il secondo in orbita. Il primo fu con la missione Gemini 10, durante la quale Collins effettuò diverse riprese fotografiche della Terra e delle stelle, restando in piedi nella navicella con il portello aperto. Anche questa è stata una novità assoluta, nel mondo dell'esplorazione spaziale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le passeggiate nello spazio e quelle nella Capitale

Il nome di Collins, protagonista di molte altre missioni con la Nasa, resta però legato all'evento di cui il 21 luglio si celebrano i cinquant'anni. Non ha avuto la possibilità, come Neil Armstrong e Buzz Aldrin, di poggiare piede sulla Luna. Lo ha fatto però successivamente. I primi passi però, come lascia intuire la targa apposta in via Tevere, sono stati compiuti in uno dei quartieri più belli della Capitale, a pochi passi dai Parioli e da Villa Borghese. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma: scuole, eventi, orari di bar e ristoranti. Tutto quello che c'è da sapere

  • Coronavirus, a Roma 38 nuovi casi. Nel Lazio 2505 i contagiati totali, oggi la metà dei morti rispetto a ieri

  • Coronavirus: 2362 positivi nel Lazio, 73 oggi a Roma. D'Amato: "Trend regionale in calo"

  • Coronavirus: a Roma 58 nuovi positivi, 2914 casi nel Lazio. Record di guariti nelle ultime 24 ore

  • Coronavirus: a Roma 54 nuovi positivi, si abbassa il trend dei contagi. Nel Lazio 3095 casi da inizio epidemia

  • Coronavirus, a Roma 75 nuovi casi. Nel Lazio 2295 i contagiati totali, oggi 12 morti

Torna su
RomaToday è in caricamento