ParioliToday

Sale gioco e videopoker di notte: i cittadini del Salario in rivolta

I cittadini sono intervenuti nel corso di un Consiglio straordinario del secondo municipio. Maggioranza e opposizione nel richiedere una conferenza di servizi con le forze dell'ordine per verificare la liceità nella gestione delle diverse attività

Cittadini di viale e Largo Somalia in rivolta contro le sale gioco e i videopoker della zona. La protesta è approdata giovedì scorso in consiglio municipale dove diversi residenti della zona  sono  intervenuti per manifestare ai consiglieri tutto il proprio disagio.

Un disagio che secondo i cittadini non riguarda solo le sale gioco e i videopoker,  ma anche disagi connessi al disturbo della quiete e della tranquillità pubblica,  con locali pubblici aperti fino a tarda notte. Problemi correlati al traffico selvaggio e alla sosta selvaggia,  con auto posteggiate addirittura in seconda o in terza fila.

Da parte dei Consiglieri di maggioranza e opposizione, è arrivata l'unanime volontà di intervenire in modo organico ed efficiente,  al fine di dirimere la situazione attualmente presente.  Nel corso del dibattimento il Consigliere PdL Roberto Cappiello ha sottolineato come “sul nostro territorio esiste una situazione analoga a quella descritta di Viale e Largo Somalia,  che coinvolge Via Tagliamento”.

Qui,  infatti,  da diversi anni specie durante il fine settimana,  i cittadini la presenza di  schiamazzi notturni lungo la strada,  e,  in particolare,  sotto le abitazioni adibite ad uso civile,  da parte di coloro che si recano presso i locali pubblici della zona.

Dopo ben 3 lunghe ore di discussione consiliare,  si è arrivati alla stesura di un documento congiunto unitario,  dove si chiede di indire una Conferenza dei servizi  con gli organi competenti di pubblica sicurezza( Arma dei Carabinieri,  Polizia di Stato,  Guardia di Finanza).

Obiettivo è quello di avviare una serie di controlli costanti per quel che riguarda la liceità nella gestione delle diverse attività commerciali dislocate sul territorio(sale gioco, sale biliardi, locali pubblici),  nonchè di varare una nuova disciplina di regolamentazione in riferimento alla somministrazione degli alcolici,  e un maggiore controllo per quanto riguarda gli orari di apertura e chiusura delle discoteche e delle altre attività commerciali presenti nella zona.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma, Vincenzo Sigigliano preso dopo 6 giorni di latitanza: era da una parente

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Alessio Terlizzi morto in un incidente a Castel Fusano, al vaglio la dinamica del sinistro

  • Ponte Mammolo, cadavere vicino i cassonetti: trovate macchie di sangue sui pantaloni

  • Disperso nel lago di Castel Gandolfo: ritrovato dopo 16 giorni il corpo di Carlo Bracco

  • Incidente su via di Castel Fusano: scontro auto moto, morto un 40enne

Torna su
RomaToday è in caricamento