ParioliToday

"Ci sono due ladre nel palazzo": condomino chiama 112 e fa arrestare due minorenni

Le due giovani, di 15 e 17 anni, sono state bloccate in via Monterotondo, nella zona del Salario

Erano riuscite a forzare la serratura di uno stabile di via Monterotondo, zona Salario-Quartiere Africano, ma dopo essersi intrufolate nel condominio, sono state notate da un residente aggirarsi in atteggiamento sospetto tra i pianerottoli.

La tempestiva segnalazione fatta dal cittadino al 112 ha consentito ai Carabinieri della Stazione Roma viale Libia di intervenire in tempo utile per bloccare le due sospette.

A finire in manette con le accuse di tentato furto aggravato e possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli sono state due 
minorenni, una pluripregiudicata di 15 anni e una 17enne, incensurata, entrambe nella Capitale senza fissa dimora.

Quando le hanno fermate, i Carabinieri le hanno trovate in possesso di vari monili e orologi di provenienza sospetta e di arnesi per lo scasso, tutto materiale che è stato sequestrato.

La più piccola delle ladruncole è stata accompagnata nel Centro di Prima Accoglienza di via Virginia Agnelli, mentre la più grande, in stato interessante, a seguito dei controlli sanitari preventivi per l’accesso alla struttura di accoglienza, è stata accompagnata al Policlinico Umberto I, dove è stata trattenuta in osservazione – e piantonata dai Carabinieri – per una “minaccia di parto pretermine”.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • Incidente via Colombo: auto in un fosso, trovata morta ragazza di 28 anni

  • Lavori al Colosseo: sabato 21 e domenica 22 settembre chiuse 13 stazioni della metro B

  • L'allarme del fidanzato, poi la scoperta nel burrone: Claudia trovata senza vita dopo un incidente

  • Tragico epilogo a Ponte di Nona: trovato il cadavere di Amina De Amicis, l'89enne scomparsa 6 giorni fa

Torna su
RomaToday è in caricamento