ParioliToday

Via di Villa Ada, statua decapitata a martellate: arrestati i due ladri

Hanno portato via la testa di una statua romana prendendola a martellate. I due ladri si sono introdotti dentro un giardino privato di via di Villa Ada, ma sono stati subito rintracciati dalla polizia

Testa statua rubata

Si sono introdotti nel giardino scalvando il muro di cinta e l'hanno colpita a martellate sul collo staccandole la testa. No, non è la scena cruenta di un film ma il tentativo di due ladri di trafugare una statua romana di un giardino privato di via di Villa Ada. La decapitazione però è stata subito segnalata al 113 da un residente della zona, che aveva notato la presenza di due persone sospette viste uscire dal palazzo. La polizia è arrivata subito sul posto e ha contattato il proprietario che però ha riferito di non essersi accorto di nulla.

Terminato il sopralluogo della villa, gli agenti hanno battuto la zona e, giunti nella vicina piazza Verbano, hanno notato due persone molto somiglianti alle descrizioni fornite al 113 dal richiedente. Con passo spedito e una grossa busta in mano, alla vista degli agenti i due hanno tentato di eludere il controllo facendo capire ai poliziotti che quella grossa e pesante busta che stavano trasportando era destinata al cassonetto dei rifiuti. Ma la mossa non ha sortito l’effetto sperato e i due sono stati controllati e identificati.

Nella busta, infatti, oltre ad una “mazzetta” di 10 kg a manico lungo, gli agenti hanno rinvenuto la testa di una statua di cui i due fermati non hanno saputo dare spiegazioni. A questo punto gli investigatori hanno ricontattato il proprietario dell’immobile, il quale, dopo un controllo più accurato, ha accertato che effettivamente a una delle statue situate nel giardino mancava la testa. La scultura, risalente all’epoca romana e di importante valore storico, era stata decapitata dai due a martellate.statua 1-2

Accompagnati negli Uffici del Commissariato Salario, dove si è proceduto ai riscontri del caso, e dopo le perquisizioni a carico dei due stranieri, entrambi di origine romena, rispettivamente di 21 e 39 anni, sono scattate le manette.Messi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria dovranno rispondere di furto aggravato. Il prezioso reperto è stato riconsegnato al proprietario.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • Lavori al Colosseo: sabato 21 e domenica 22 settembre chiuse 13 stazioni della metro B

  • Incidente via Colombo: auto in un fosso, trovata morta ragazza di 28 anni

  • Tragico epilogo a Ponte di Nona: trovato il cadavere di Amina De Amicis, l'89enne scomparsa 6 giorni fa

  • In ritardo di due ore al primo giorno di scuola, le lacrime dei bambini sgomberati da Cardinal Capranica

Torna su
RomaToday è in caricamento