ParioliToday

Tentato stupro Piazza Gondar: lavavetri condannato a 2 anni e 2 mesi

La sentenza è giunta al termine di un processo per direttissima a pochi giorni dal fatto. Yonel Daniel Minea è stato colto in flagranza di reato da una pattuglia di poliziotti presenti in quel momento sul posto

Due anni e due mesi. E' questa la pena inflitta a Yonel Daniel Minea il lavavetri romeno di 35 anni resosi responsabile del tentato stupro ai danni di un giornalista a Piazza Gondar. La sentenza è giunta a pochi giorni dall'episodio e dopo un processo per direttissima tenutosi presso la nona sezione del tribunale Collegiale di Roma.

Secondo quanto ricostruito dagli investigatori il romeno pulì il vetro dell'auto, ricevendo in cambio 50 centesimi. Approfittando del finestrino aperto l'uomo ha prima provato ad entrare nell'auto della donna e poi ha iniziato a palpeggiarla piuttosto pesantemente. La donna a quel punto è riuscita a divincolarsi e a sottrarsi allo stupro.

Alla scena hanno assistito dei poliziotti che hanno colto in flagranza di reato Minea.

L'episodio ha scatenato grosse polemiche soprattutto nel II municipio dove è stata richiesta un'ordinanza anti lavavetri. La richiesta prontamente accolta da Fabrizio Santori, delegato del Sindaco alla Sicurezza, dovrebbe portare prossimamente all'approvazione di un provvedimento che vieti ai lavavetri di esercitare la propria attività.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma, Vincenzo Sigigliano preso dopo 6 giorni di latitanza: era da una parente

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Alessio Terlizzi morto in un incidente a Castel Fusano, al vaglio la dinamica del sinistro

  • Ponte Mammolo, cadavere vicino i cassonetti: trovate macchie di sangue sui pantaloni

  • Disperso nel lago di Castel Gandolfo: ritrovato dopo 16 giorni il corpo di Carlo Bracco

  • Incidente su via di Castel Fusano: scontro auto moto, morto un 40enne

Torna su
RomaToday è in caricamento