ParioliToday

La moglie è malata e lui la uccide: tragedia al Salario

Giuseppe Rampello, questo il nome dell'omicida, ha confessato il delitto: “Non volevo che soffrisse”. Gli inquirenti stanno indagando per capire l'esatta dinamica del crimine e se vi fosse un accordo con la vittima

Tragedia familiare, ma anche forse della disperazione al quartiere Salario. Un uomo di 62 anni, Giuseppe Rampello, ha ucciso sua moglie Antonia Caccia in via Alfredo Casella 31, nei pressi di piazza Vescovio.

L'omicidio è avvenuto con due colpi di pistola. L'uomo, pressato dai carabinieri, non ha potuto far altro che ammettere il reato. “Era gravemente malata e non volevo soffrisse più”, si è giustificato nel corso dell'interrogatorio. Rampello dovrà ora rispondere di omicidio volontario

L'omicidio sarebbe avvenuto in mattinata. L'uomo sarebbe rimasto fino al tardo pomeriggio a vegliare il corpo e solo quando è rincasata la figlia ventiduenne si è deciso a chiamare la polizia.

Gli inquirenti stanno comunque continuando ad indagare per capire da un lato l'esatta dinamica del delitto e dall'altro per stabilire se vi fosse un piano concordato tra l'omicida a la vittima.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

  • Granfondo Campagnolo, dal Colosseo ai Castelli Romani: strade chiuse e bus deviati

Torna su
RomaToday è in caricamento