ParioliToday

Villa Ada: alberi abbattuti, Legambiente contro il Comune di Roma

Nonostante lo stop di Legambiente Lazio, il Comune di Roma ha portato avanti i lavori di abbattimento di alberi e piante protette. È partita la denuncia del presidente Lorenzo Parlati

Scatta la denuncia da Legambiente Lazio, in seguito a un sopralluogo fotografico effettuato ieri mattina a Villa Ada. L'accusa al Comune di Roma riguarda la potatura, già stoppata in precedenza, di una serie di piante protette: "solo una settimana fa avevamo chiesto di sospendere le frettolose potature e i discutibili abbattimenti avviati nel parco di Villa Ada, concordando i futuri interventi nella trasparenza e nella chiarezza."

Secondo segnalazioni di alcuni frequentatori del parco, infatti, i mezzi meccanici, nonostante lo stop di Legambiente, hanno proseguito i lavori di sbancamento del bosco e di sradicamento di diverse piante protette, con la giustificazione della messa in sicurezza di una piccola voragine, realizzando un'imponente palizzata di rete metallica.

"Chiediamo sia fatta piena luce sulle opere in corso nella zona delle ex Scuderie e delle ex Serre, tornando a sollecitare un immediato stop a qualsiasi nuovo intervento nei boschi di Villa Ada che non sia stato prima illustrato e approfondito nel tavolo con le associazioni ambientaliste appena attivato dal Campidoglio"è quanto dichiarato da Lorenzo Parlati, presidente dell'associazione ambientalista.


Sulla natura dei lavori si esprime l'assessore Fabio de Lillo: "si tratta di interventi importanti che mirano alla tutela della sicurezza dei cittadini che frequentano Villa Ada, previsti per mettere in sicurezza la vegetazione di macchia nella parte prospiciente le ex Scuderie Reali e, in particolare, dei principali viali alberati e delle aree di confine con via Salaria». I lavori, per i quali sono stati stanziati 150.000 euro, avrebbero l'intento di ridurre il rischio di incidenti causati dalla caduta di rami e tronchi. "Gli interventi gradualmente saranno portati a termine nel corso dell'autunno, in modo che i cantieri non siano d'intralcio ai frequentatori della villa" afferma de Lillo precisando che "la messa in sicurezza dell'area" era necessaria per permettere "la chiusura di una voragine profonda alcuni metri che si era aperta in prossimità delle ex Serre a causa dello sprofondamento di una cava di pozzolana".  E sottolinea che gli interventi sono stati «disposti in accordo con le associazioni di cittadini che frequentano l'area verde».
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • Lavori al Colosseo: sabato 21 e domenica 22 settembre chiuse 13 stazioni della metro B

  • Incidente via Colombo: auto in un fosso, trovata morta ragazza di 28 anni

  • Tragico epilogo a Ponte di Nona: trovato il cadavere di Amina De Amicis, l'89enne scomparsa 6 giorni fa

  • In ritardo di due ore al primo giorno di scuola, le lacrime dei bambini sgomberati da Cardinal Capranica

Torna su
RomaToday è in caricamento