ParioliToday

Roghi tossici dalle baraccopoli, insorgono i Parioli: "Aria irrespirabile è rischio per salute"

La presidente del II Municipio, Francesca Del Bello, ha scritto a Raggi e Prefetto denunciando i fumi acri: “Serve soluzione o rischiamo calamità”

foto archivio: fumi tossici dal parco delle Valli

Esasperati dai roghi tossici. E’ questo il grido d’allarme lanciato dai residenti di piazza Vescovio, viale Somalia e via Mascagni. Da mesi quartiere Africano e Salario convivono con fumi acri e nauseabondi, una coltre biancastra e acidula che si innalza dagli insediamenti abusivi disseminati in parchi e anfratti.

Baracche e roghi tossici: l'esasperazione dei Parioli

Una situazione precipitata dopo lo sgombero del campo rom Foro Italico con centinaia di ex occupanti, andati via prima dell’arrivo delle ruspe e senza alcuna assistenza, finiti per strada e negli accampamenti di fortuna. 

Cresciuto quello ai piedi di viale Somalia, sempre più popolate le sponde dell’Aniene, gli angoli più nascosti sotto al Ponte delle Valli e anche quelli di Villa Ada. Così dopo la lettera del minisindaco del Municipio III, Giovanni Caudo, alla sindaca Virginia Raggi per denunciare la presenza di baraccopoli e bivacchi tra Sacco Pastore, il Valli e Conca d’Oro, anche i Parioli insorgono. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il II Municipio scrive a Raggi e Prefetto: "Aria irrespirabile"

La presidente del II Municipio, Francesca Del Bello, ha scritto a Sindaca e Prefetto. "Pervengono a questa presidenza da circa 20 giorni - si legge - ripetute segnalazioni da parte di cittadini esasperati che lamentano il problema dei fumi tossici provocati da plastica e altri materiali incendiati. L'acre odore che rende l'aria irrespirabile, si propaga in quella parte del quartiere africano, peraltro ad alta densità di abitanti, che comprende via Mascagni, viale Somalia e piazza Vescovio. Appare superfluo evidenziare la pericolosità di tale situazione e quanto essa risulti gravemente lesiva della salute dei residenti, compresi bambini e anziani”. Da qui la richiesta a Campidoglio e Prefettura di intervenire con urgenza per individuare le cause e risolvere definitivamente “un problema che rischia di diventare una vera e propria calamità'".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Centro commerciale Maximo, c'è la data di apertura. Primark e non solo: ecco le news sui negozi presenti

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Si spegne l’Auchan di Porta di Roma: lo spettro dell’esubero su 250 lavoratori

  • Gioca due euro e ne vince 500mila per comprare una casa

  • Referendum, come si vota? Cosa succede se vince il sì, cosa succede se vince il no

  • Coronavirus, a Roma città 131 nuovi casi. 181 in tutto il Lazio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento