ParioliToday

Villa Borghese: il 1 aprile prevista la chiusura della Valle dei Cuccioli

La Valle dei Cuccioli il 1 aprile rischia di chiudere. La conferma arriva dall'associazione Valle dei Cuccioli. L'assessore Visconti: "Sono certo che troveremo una soluzione"

valle-dei-cuccioliLa nota struttura della Valle dei Cuccioli di Villa Borghese rischia di chiudere. La conferma arriva dall'Associazione Volontari Porta Portese di Roma, Anna Giulia Amato.

Come mai si è giunti alla decisione di chiudere la struttura?
"Innanzitutto, il Bioparco è stato aperto nel 2005, e ci tengo a sottolineare che i nostri cani, sono stati sempre ben curati, vaccinati e non esposti mai a nessun tipo di pericolo. Difatti non è mai successo nulla. Adesso, a seguito della normativa europea che vieta la vicinanza tra i cani e gli animali selvatici, si è giunti a questa decisione".

Qual è stata la causa scatenante di tutto ciò?
"Il problema principale è la struttura dei licaoni. Nonostante non sia attaccata a quella dei cuccioli di cane, che confina solo con il bioparco, è considerata ugualmente dannosa nei confronti del canile. Per questo motivo, il 1 aprile è stata decisa la sua chiusura."

Non si è mai pensato di adottare delle misure di intervento contro la chiusura del canile?
"In realtà sì. L'idea iniziale era quella di spostare il recinto dei licaoni per non creare così problemi alla struttura dei cani. Solo che poi questa iniziativa è rimasta solo un'idea e di fatto non si è mai fatto nulla per realizzarla. A breve dovrebbero incontrarsi l'Asl, l'Assessorato e l'Associazione per trovare delle soluzioni alternative alla chiusura".

L'assessore all’Ambiente di Roma Capitale, Marco Visconti, in una nota risponde così: “L’esperienza della Valle dei Cuccioli a Villa Borghese rappresenta un’importante iniziativa per le adozioni degli animali ospitati nei canili e gattili comunali. Grazie alla prestigiosa vetrina offerta dal Bioparco, infatti, il numero dei cani adottati è progressivamente aumentato negli anni, con evidente vantaggio sotto il profilo del benessere degli animali dati in affidamento ed anche per la diminuzione della pressione sulle strutture comunali. Sono certo, dunque, - conclude Visconti - che è possibile trovare una soluzione per assicurare la convivenza tra i cuccioli proposti in adozione e le specie che vivono all’interno del nostro giardino zoologico, in considerazione del fatto che gli animali provenienti dalle nostre strutture arrivano al centro adozione del Bioparco già stabilizzati, ovvero sverminati e sterilizzati. Nei prossimi giorni, incontrerò i vertici della Asl e del Bioparco per definire idonee soluzioni”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Adesso ci affidiamo all'intervento dell'Assessore, speriamo che ci potrà dare una mano", concludono dall'associazione.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Centro commerciale Maximo, c'è la data di apertura. Primark e non solo: ecco le news sui negozi presenti

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Si spegne l’Auchan di Porta di Roma: lo spettro dell’esubero su 250 lavoratori

  • Gioca due euro e ne vince 500mila per comprare una casa

  • Referendum, come si vota? Cosa succede se vince il sì, cosa succede se vince il no

  • Coronavirus, a Roma città 131 nuovi casi. 181 in tutto il Lazio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento